Difendersi, senza passare dalla parte del torto. In tempi in cui la sicurezza delle donne non è mai sembrata tanto precaria (nel 2015, le vittime di stupro sono state oltre 650mila), occorre imparare a gestire l'autodifesa per non vedersi incriminare, in caso di lesioni all'aggressore. Per aiutare le donne, su viewnetlegal.com è in arrivo un vademecum stilato da avvocati esperti in materia. «È importante sapere, per esempio, che sono consentiti gli spray al peperoncino, ma non quelli lacrimogeni, irritanti o paralizzanti, né tantomeno gli storditori elettrici o i taser», spiega il penalista Salvatore Frattallone.
E.M. 

 

 

  

 

 

(da MondoProfessionisti.it, newsletter del 08.09.2016, Anno XI - n° 146)

Commercio internazionale, responsabilità sanitaria e disciplina di convivenze ed unioni civili: sono questi i settori di eccellenza ai quali intende dedicarsi nei prossimi mesi il network forense View net Legal. Ma anche valorizzare l’unicità del network, che rappresenta un modello di successo, quello dello «studio legale diffuso». Lo ha deciso il Board of Director, riunitosi ieri nella centralissima sede nazionale a Montecitorio. Il Board é composto dagli Avvocati Alberto Bagnoli di Bari, Gaetano Giglio di Foggia, Gaetano Tasca di Milano, Maria Paola Mastropieri di Ivrea, Simona Sacripanti di Terni, Alessandro Ferrari di Brescia e Salvatore Frattallone di Padova. «Gli obiettivi di crescita del network a medio e a lungo termine», ha precisato il chairman Tasca, «si tradurranno in un’accelerazione nelle aree estera, sanitaria e familiare, poiché tra i legali del network abbiamo esperti dalle indiscusse capacità». «L’idea vincente del network andrà d’ora in poi declinata privilegiando talune specifiche competenze professionali, maggiormente richieste ai partner dal mercato», ha dichiarato il vicepresidente Giglio. «Il mercato dei servizi ci chiede di diventare un hub», precisa Frattallone, «che sia facilmente accessibile a privati, aziende, enti e professionisti che si rivolgono alla nostra Rete di studi indipendenti, anche per la tutela del loro business all’estero». «La sinergia tra i talenti dei “millennials” e le peculiari specializzazioni dei nostri legali contraddistingue la nostra offerta di consulenza qualificata, completa e integrata, con una razionalizzazioni di costi che i nostri clienti apprezzano molto», evidenzia Mastropieri. «Anche perché», precisa l’advisor Sacripanti, «abbiamo etica e metodi condivisi e i professionisti del network sono abituati a lavorare in team, il che é essenziale per aumentare le probabilità di successo». Cambia insomma il volto del mercato legale nel nostro Paese. E il Board di View net Legal sceglie un posizionamento netto, di primo piano.