(da MondoProfessionisti.it, newsletter Anno XI - n° 77 - Chiusa in redazione: martedì 10 maggio 2016)

La responsabilità da attività sanitaria: il network View net Legal a Torremaggiore (FG) il 13/14 maggio 2016. 

 Venerdì 13 e sabato 14 maggio 2016, nello storico palazzo ducale di Torremaggiore (FG), si discuterà di “Sanità e responsabilità professionale: stato dell’arte”, nell’ambito d’un evento formativo d’alto profilo, patrocinato direttamente dall’ASL di Foggia. L’Avv. Gaetano Giglio del Foro di Foggia e l’Avv. Salvatore Frattallone del Foro di Padova, partners di View net Legal - la rete di studi professionali indipendenti, che ha in calendario un ciclo di conferenze in tutta Italia sul tema della responsabilità degli esercenti delle professioni sanitarie - daranno il loro contributo specialistico sul tema del consenso informato al trattamento medico e, rispettivamente, sui tre diversi profili del primario ospedaliero, dell’equipe medica e dello specializzando. «Le richieste di risarcimento danni, avanzate da pazienti e loro prossimi congiunti che promuovono giudizi per malasanità, rappresentano un fenomeno dilagante», dichiara l’Avv. Gaetano Giglio. Per Giglio, che è responsabile dell’area legale di Federmedici d’Europa, consigliere dell’Ordine forense di Foggia e vice-presidente del network View net Legal, «le strutture sanitarie italiane faticano a trovare compagnie che le assicurino e il personale sanitario si attrezza trincerandosi dietro la c.d. medicina difensiva, per evitare d’incorrere in potenziali guai giudiziari, e stipulando polizze che assicurino, oltreché i danni, anche l’assistenza legale, per sgravare medici, infermieri e tutto il restante personale sanitario, ausiliario e OSS) dai costi dei procedimento giudiziario per malpractice». «Le asserite responsabilità professionali si rivelano spesso infondate ma, intanto, l’ipertrofia giudiziaria nella materia della responsabilità da attività sanitaria si traduce, anche dopo la c.d. riforma Balduzzi, in una fluttuante marea d’elaborazioni giurisprudenziali», spiega l’Avv. Salvatore Frattallone LL.M., tanto che «ai procedimenti penali per malpractice fa seguito un numero infimo di condanne, alle quali fa da contraltare un elevato numero di archiviazioni, mentre nel caso in cui siano state avviate cause civili, le richieste di risarcimento dei danni subiti in via diretta dal soggetto leso (o dai suoi eredi, nell'ipotesi di decesso) sono il più delle volte spropositate e non ottengono miglior sorte. É difficile provare la sussistenza dell’errore del sanitario, ma anche ricollegare a quell’errore la produzione dell’evento dannoso e altresì tracciare l’assai labile confine fra errore e complicanza, che può sopraggiungere nel corso di un intervento, da rapportare anche alle concrete difficoltà d’esecuzione dell’operazione chirurgica. Sta per essere varata una nuova legge e prolifereranno le richieste d’accertamenti diagnostici, per rispettare protocolli e linee guida», precisa l’Avv. Frattallone, penalista, fondatore del network View net Legal e advisor del board of director, per il quale «nel penale, in cui moltissimo si gioca nella fase delle indagini preliminari, il sanitario è esonerato da colpa grave se si è attenuto alle linee guida pubblicate dal ministero dell salute. Nel civile, invece, il rovesciamento dell’onere della prova della colpa medica, che sarà posto a carico del paziente, e il dimezzamento dei termini di prescrizione, entro cui poter promuovere la causa per danni, determineranno un robusto incremento delle cause verso le strutture sanitarie, che resteranno vincolate al principio della responsabilità contrattuale e al suo regime di maggior tutela per il paziente». L’evento formativo accreditato, promosso dall’associazione Federmedici d’Europa, il cui presidente nazionale è il dott. Michele Sacco, è articolato in tre sessioni con ben ventisette relatori: I) infermieri e fisioterapisti; II) medica; III) legale e assicurativa. Maggiori info su www.viewnetlegal.com

View net Legal network su Mondo Professionisti

(da MondoProfessionisti.it, newsletter Anno XI - Numero 69 - Chiusa in redazione: Giovedi 28 Aprile 2016 alle ore 16:00)

L’altro ieri, 26 aprile 2016, a Roma l’assemblea dei Partners del network ha confermato l’Avv. Alberto Bagnoli, amministrativista di Bari, a capo di View net Legal. Al suo fianco ha designato, come vice-presidente, l’Avv. Gaetano Giglio, esperto di responsabilità sanitaria. Nel Board of director, che sarà condotto da Gaetano Antonio Tasca, Avvocato aziendalista di Milano, sono entrati Simona Sacripanti e Alessandro Ferrari, Avvocato civilista di Orvieto-Terni e, rispettivamente, giuslavorista di Brescia, del Partner Studio Associato Ferrara. Riconfermati nel Board la divorzista Maria Paola Mastropieri, di Ivrea, e Salvatore Frattallone, penalista ed esperto di commercio internazionale.  Il Partners’ meeting ha poi optato per l’ingresso nell’Ufficio Studi del network della civilista Sarilena Stipo di Palmi e dell’esperto di responsabilità assicurativa Isidoro Barbagallo di Catania. Dell’Ufficio Studi fanno parte anche Fabio Marinelli di Napoli, Giuseppe Agnusdei di Pescara e Agnese Caprioli di Lecce. Questo ultimi tre Partner, peraltro, compongono, unitamente a Lorenzo Di Gaetano, Avvocato tributarista di Busto Arsizio, il collegio dei probi viri.

Detective privati, avvocati e magistrati si chiedono, sempre più spesso, quanto la tutela dei dati personali possa inficiare le prove da “spendere” in un giudizio. La presa di coscienza, da parte delle categorie del settore giudiziario, della sempre maggior incidenza della privacy nell’ambito della tutela d’un diritto in giudizio o, quel che più spesso accade, nelle sue fasi prodromiche è oramai un dato acquisito. La Confederazione Nazionale degli Investigatori Privati Italiani - una delle associazioni di categoria maggiormente rappresentative - ha perciò organizzato un corso di aggiornamento, dal suggestivo titolo: “La privacy ostacola le indagini degli investigatori privati?”. L’evento, realizzato in collaborazione con “View net Legal - The hi-touch lawyers network”, avrà luogo lunedì 29 febbraio 2016, dalle ore 14:30 alle 17:30 a Roma, presso l’Auditorium  della Cna in Piazza M. Armellini 9/A. Il corso verrà aperto dal presidente nazionale Con.Ipi, Leonardo Lagravinese, e dal responsabile dell’ufficio studi-legislazione e formazione Con.Ipi, dott. Nazzareno Di Vittorio. Seguirà l’intervento del dott. Giorgio Berloffa, presidente nazionale di CNA Professioni.

 

Convocazione -  L'Assemblea dei Partner del network VIEW net LEGAL (Partners' meeting) è convocata, unitamente al Consiglio direttivo (Bord of directors), per martedì 26 aprile 2016 ad ore 09:00 in I convocazione e ad ore 10:30 in II convocazione, nella Sede Nazionale di Palazzo Lavaggi-Sanfelice a ROMA in Via degli Uffici del Vicario n° 49 int. 2, ai sensi degli artt. 11, comma 5, e 10 dello Statuto del network, per discutere e deliberare sul seguente O.d.g.:

  1. elezione, da parte dell'Assemblea dei Partner, degli Organi associativi;  
  2. esame delibere discusse e votate alla scorsa assemblea dei Partner del 18.12.2015 e fattibilità dell'adozione gratuita della banca-dati giuridica triennale per ogni Partner e del conto corrente abbinato all’innovativo sistema finanziario MyPos; 
  3. eventi in materia di procedure di sovraindebitamento e di responsabilità sanitaria: planning dei relatori, sedi e calendarizzazione;  
  4. strategie di marketing del network; 
  5. varie ed eventuali. 

Il termine della riunione è previsto per le ore 17:30.

Roma, 25.03.2016                                                                                           

                               Alberto Bagnoli, Presidente
                               Salvatore Frattallone, Chairman

«You have to create your own path and I'm up to the challenge»  
(Octavia Lenora Spencer)

 Roma, Palazzo Lavaggi-Sanfelice, Sede del network View net legal  

Mondo Professionisti

I Partners provenienti da tutta Italia - riuniti a Roma venerdì 18 dicembre 2015, nella splendida sede storica di Palazzo Lavaggi-Sanfelice in Via degli Uffici del Vicario 49, a Monte Citorio - hanno dato il benvenuto all’Avvocato etneo Isidoro Barbagallo e hanno deciso, da un lato, d’implementare le loro dotazioni telematiche e, dall’altro, di intraprendere cinque linee d’azione per rendere ancora più incisiva nel 2016 la propria azione. Il chairman, Salvatore Frattallone, ha dichiarato «siamo molto soddisfatti che del network sia entrato a far parte il cassazionista siculo Barbagallo, classe ’62, esperto in diritto civile e internazionale che esercita principalmente a Catania e che è anche iscritto all’Ordine dei giornalisti-pubblicisti dal 1982. Quale direttore della rivista giuridica “Vita Forense”, l’Ordine degli Avvocati di Catania gli ha appena consegnato una targa ricordo, per festeggiare il 50° anniversario della fondazione della nota pubblicazione». Il nuovo Partner, i cui Studi Legali si trovano a in Corso Sicilia 97 a Catania e in Via Niccolò Tommaseo 125 a Giarre, padroneggia cinque lingue, è dottore di ricerca (PhD) all’Università di Catania ed è altresì cultore di diritto pubblico comparato all’Università degli Studi “Kore” di Enna, oltreché docente a contratto in master universitari e autore di numerose pubblicazioni: con la sua esperienza maturata anche al Max-Plack Institut di Friburgo (D) e in altri atenei di Francia e Inghilterra, contribuirà ad arricchire l’expertise del network VnL. Per la Vicepresidente, Maria Paola Mastropieri, «vogliamo essere all’avanguardia anche sul fronte dell’editoria elettronica: abbiamo deciso di dotare ogni Studio dei Partners di banca dati “di punta”, per migliorare le prestazioni professionali a servizio della clientela». L’Advisor Gaetano Antonio Tasca ha comunicato che «i Partners stanno valutando di dotare a breve i loro Studi di terminali pos di nuova generazione, che possano agevolare i sistemi di pagamento con mezzi elettronici, utilizzando i più elevati standard europei di sicurezza nel settore dei payment gateway finanziari». Il network presieduto da Alberto Bagnoli