Ufficio Studi

In data 11.12.2014 si è riunito a Roma il Consiglio Direttivo del network, nella sede nazionale di Via degli Uffici del Vicario 49.
I Partners hanno deliberato, fra l'altro, l'istituzione dell'Ufficio Studi di View net Legal
Il Direttivo ha quindi designato, sino a tutto il 2015, per l'incarico di Coordinatori dell'Ufficio Studi del network, gli Avvocati Giuseppe Agnusdei, Agnese Caprioli e Fabio Marinelli, Partners del network. 
Il compito assegnato al nuovo organismo è quello di svolgere - anche con l'ausilio di altri Partners e dei rispettivi Firm Partners, i Colleghi degli Studi Legali dei Partners - un'attività di ricerca e di elaborazione di contenuti giuridici e informativi, relativi ai diversi settori della giustizia, nei suoi aspetti afferenti al settore giudiziario, al mondo delle imprese e della concorrenza, ll'innovazione, alle professioni, alla p.a., alla tutela di persone, famiglia e minori, proprietà anche intellettuale, etc.

A norma del cit. art. 65, da tale data cessano di avere efficacia le norme previgenti, anche se non specificamente abrogate, e le nuove regole potranno applicarsi anche ai procedimenti disciplinari in corso, se più favorevoli per l’incolpato.
Il nuovo codice sarà applicato dai neoistituiti Consigli distrettuali di disciplina, che entreranno in funzione dal 1° gennaio 2015 nella composizione prevista dall’art. 50 della l.p.

CaporettoLA CAPORETTO DEL CONSERVATORISMO FORENSE, NELL'EPOCA DI INTERNET. 

(da www.mondoprofessionisti.it newsletter n° 201 del 17.11.2014, rubrica "L'opinione",
 di Salvatore Frattallone, Chairman of View net Legal network)

Lo scontro con l'Antitrust ha radici lontane e questo non è che l'epilogo d'una battaglia più ampia. La pronuncia dell'AGCM e la condanna a pagare  quasi un milione di euro rappresentano la più grave disfatta nella storia ordinistica in Italia, una vera e propria Caporetto. Le cause della sconfitta, senza scomodare Senofonte, sono riassumibili nell'incapacità di saper cogliere in modo adeguato gli irreversibili cambiamenti del tempo, nell'epoca della «Società dell'informazione»: la realtà italiana è mutata radicalmente, in questi ultimi due decenni. Così è per il mercato, ed altrettanto è a dirsi per le attitudini dei consumatori ed anche di enti ed imprese, di rapportarsi con il mondo dei servizi legali, sfruttando internet, la telefonia mobile ed altri innovative maniere di comunicare (tra cui applet e socialnetwork), consentite, ed anzi favorite, dall'insorgere di nuove tecnologie dell’informazione. Ma così pure è a dirsi per il modo e per gli strumenti con cui si esercita la professione forense.

 

Convocazione - Il Consiglio Direttivo Nazionale di VIEW net LEGAL è convocato per giovedì 11 dicembre 2014, ai sensi dell'art. 11, comma 5, dello Statuto del network, ad ore 09:00 in I convocazione e ad ore 09:30 in II convocazione, nella Sede Nazionale a ROMA in Via degli Uffici del Vicario n° 49, per discutere e deliberare sul seguente
O.d.g.:
1) feed back della partecipazione del network VnL al XXXII Congresso Nazionale Forense di Venezia-Lido;  
2) richieste di adesione pervenute all'Alliance, esito degli incontri con i Colleghi e vaglio delle candidature a Partner;
3) ruoli in seno al Consiglio Direttivo nazionale e attribuzione d'eventuali deleghe ad altri Partners;
4) logo, Firm Partners ed eventi, occasioni di crescita e di promozione delle attività e delle peculiarità del network; 
5) iniziative per il primo semestre 2015; 
6) varie ed eventuali.

Alle ore 15:00 avrà luogo una riunione con altri candidati Partners, che in precedenza avevano manifestato l'interesse ad aderire al network ma che, per pregressi impegni professionali, non sono stati in grado di partecipare alla scorsa riunione del 07.11.2014. Li riceverà, sempre in Sede, il Chairman con gli altri componenti del Consiglio Direttivo presenti. La riunione terminerà comunque entro le ore 17:00.

Roma, 18.11.2014                                                                                           Salvatore Frattallone, Chairman


«Il vento e le onde sono sempre a favore dei navigatori più abili»  (Edward Gibbon)

 «Il vento e le onde sono sempre a favore dei navigatori più abili»  (Edward Gibbon) 

AGCMORDINI PROFESSIONALI: MULTA ANTITRUST AL CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE PER AVER RISTRETTO CONCORRENZA SU COMPENSI E INTERNET

(da www.agcm.it , Comunicato Stampa dell'Autorità garante della concorrenza e del mercato)

Roma, 14.11.2014 - Con una sanzione pecuniaria di 912.536,40 euro, l’Antitrust ha multato il Consiglio nazionale forense per aver ristretto la concorrenza, limitando l’autonomia degli avvocati in materia di compensi professionali. La decisione dell’Autorità  chiude così un’istruttoria sulle condotte del Cnf per violazione dell’art. 101 del Trattato sul funzionamento dell’Unione europea. Il Consiglio forense è stato sanzionato dall’Agcm per aver pubblicato una circolare con cui reintroduceva di fatto l’obbligatorietà delle tariffe minime, non più vincolanti dopo la cosiddetta “riforma Bersani” del 2006 ed effettivamente abrogate nel 2012. E inoltre, per aver adottato un parere contro i siti Internet che propongono ai consumatori associati sconti sulle prestazioni professionali, in base alla tesi che ciò confliggerebbe con il divieto di accaparramento della clientela sancito dal Codice deontologico della categoria. Secondo l’Antitrust, questi due interventi erano diretti a limitare la concorrenza tra avvocati sul prezzo e sulle condizioni economiche delle prestazioni professionali. L’Autorità ha anche diffidato il Cnf dal ripetere in futuro analoghi comportamenti.

LEGGI QUI IL TESTO INTEGRALE DEL PROVVEDIMENTO 22.10/14.11.2014 DELL'ANTITRUST (303,46 kb)